1000 ORTI IN AFRICA

1000 ORTI IN AFRICA
SLOW FOOD SABINA HA CONTRIBUITO ALLA REALIZZAZIONE DI UN ORTO IN AFRICA GRAZIE ALLA RACCOLTA FONDI DURANTE LA FESTA NAZIONALE DEGLI ORTI IN CONDOTTA, TERRA MADRE E LE PASSEGGIATE DA BORGO A BORGO SULLA MOBILITA' SOSTENIBILE E LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO- SLOW FOOD SABINA è GEMELLATA CON L'ORTO DI KWANAKATHULA SUDAFRICA - WEST CAPE-

domenica 30 ottobre 2016

Eccolo , eccolo .....ormai alla sua più che decennale edizione ritorna "Il Giorno Di Bacco" Slow Food Sabina vi aspetta al Salone Ottaviani del Castello Savelli di Palombara Sabina con i suoi produttori "buoni, puliti e giusti" .
Durante la giornata "Occasioni di gusto" incontri, assaggi e chiacchiere sul cibo!
Nelle sale della foresteria saranno allestiti alcuni spazi per i bambini.
Laboratorio con l argilla
Laboratorio "le mani in pasta"
TUTTO IL PROGRAMMA A SEGUIRE!
Vi aspettiamo 
Ines Innocentini e Andrea Cortese

I PRODUTTORI DI SLOW FOOD SABINA NELLA SALA OTTAVIANI DEL CASTELLO SAVELLI

OLIO
Azienda SILVI SABINA SAPORI - Palombara Sabina (Roma)
Azienda DOMENICI - Palombara Sabina (Roma)
Azienda IL CERVO RAMPANTE - Castelnuovo di Farfa (Rieti)


CARNI E SALUMI
Azienda GIORGINI - Selci in Sabina (Rieti)
Azienda ALESSANDRINI - Marcellina (Roma)

FORMAGGI 
Coop. ECOFATTORIE SABINE - Poggio Mirteto (Rieti)

TARTUFI, SALSE ALIMENTARI
Azienda STATUTI - Colli sul Velino (Rieti)
Azienda MELAMILLE – Cittareale (Rieti)
Associazione RETROGUSTO - Roma

BIRRE e DISTILLATI
Birrificio CASTELLI ROMANI (Roma)
Coop. MUCILLA - Contigliano (Rieti)

MIELE
Apicoltura SPICCALUNTO - Morlupo (Roma)

PASTA, FARINE e LEGUMI
Presidio Slow Food della LENTICCHIA di RASCINO (Rieti
Azienda POGGI - Ciciliano (Roma)

I LABORATORI CREATIVI PER BAMBINI DI SLOW FOOD SABINA
"IL MONDO NELLE TUE MANI"


MANI IN PASTA CON I MAESTRI FILIPPO ED OLIVIA
I bambini imparano a fare le tagliatelle impastando la farina, spianando e tirando la sfoglia, azionando la macchina per fare la pasta

ARGILLA SENZA SEGRETI CON IL MAESTRO LIBERO
Il maestro ceramista Libero Ortuso insegna a lavorare l’argilla per realizzare vasellame con materiali naturali come quando venne costruito il castello Savelli

FANTASIE DI NATURA CON RACHANA
Sculture e mosaici di natura con la pasta di sale

PROGRAMMA completo, XIV^ edizione 2016
Domenica 13 novembre – Apertura manifestazione ore 10,30
• Iniziano i cicli di visite guidate al Castello Savelli a cura dell’Associazione Amici del Castello (orario 10.30-13.00 / 15.00-19.30). Sarà possibile salire sulla torre del Castello e visitare il museo archeologico, di recente apertura, che ospita tra l’altro la statua di Zeus risalente al I sec. a. C.”.
• Produttori in piazza. Continua la collaborazione con la Coldiretti che porterà le più importanti aziende agricole della zona, direttamente a contatto con i consumatori (dalla terra alla tavola).
Dalle ore 12,00 alle ore 20,00
• Presso la foresteria esposizione e degustazione dei principali vini del Lazio e del centro Italia, con una particolare attenzione ai vini del territorio del Parco Regionale dei Monti Lucretili.
• L’associazione culturale “La Palombella” per la XV^ FESTA DELL’OLIO propone: mostra d'arte (pittura di Franco Ranaldi - ceramica di Loretta Ippoliti - porcellana di Paola Cesarini), informativa e dibattito per consumatori (a cura op latium), mini corsi di degustazione (a cura Manolo Ciacia), degustazione e vendita olio (a cura di aziende locali), raccolta firme F.A.I. e accoglienza (a cura dell’Istituto Alberghiero), bruschetta per tutti (offerta dall'associazione"La Palombella").
• L’Associazione “Palombar ‘artis” organizza il IV° mercatino dell’artigianato, con mostra di tecniche di lavorazioni tradizionali di vetro, cuoio, legno, saponi, cere ecc. con rievocazione degli antichi mestieri.
• Si anima il borgo medioevale. La Pro Loco cittadina curerà un’area all’interno del centro storico di Palombara Sabina dando informazioni sulla storia dell’antico borgo e sugli eventi di cui cura il patrocinio.
• Nella sala Ottaviani degustazione guidata dei migliori prodotti tipici delle terre sabine a cura della condotta Slow Food Sabina. Nei numerosi punti di degustazione sarà possibile assaggiare e acquistare direttamente dal produttore.
• Tornano i Laboratori di degustazione: grazie alla collaborazione con “Biorappresentanze”, saranno organizzati dei mini corsi di degustazione a livello teorico e pratico (a partire dalle ore 11). PARTE TEORICA: brevi cenni generali sul vino, Storia vinicola di una delle regioni più prolifiche d’Italia: il Piemonte (Zone di produzione e le varie DOCG), Riferimento ai vini in degustazione (storia), approfondimento sugli uvaggi in degustazione (caratteristiche e proprietà), presentazione ONAV, spiegazione schede di valutazione ONAV; PARTE PRATICA, tecniche di degustazione, assaggio di tre vini, compilazione schede di valutazione.
Alle 12.30
• Apre la Locanda di Bacco dove si potrà pranzare gustando prodotti tipici della Sabina, preparati, valorizzati, cotti e insaporiti dall’olio extravergine di oliva a marchio DOP offerto dallo sponsor tecnico “Consorzio Sabina DOP”. Quest'anno la Locanda di Bacco sostiene amatrice proponendo nel menù un piatto di Amatriciana realizzato con prodotti acquistati direttamente dai produttori della città colpita dal sisma. Inoltre una parte del ricavato verrà devoluto alla proloco di Amatrice.
• Da non perdere le speciali Pizze Fritte. Tipica pietanza Palombarese semplice da preparare e gustosa da mangiare dolce oppure salata. Condite con sale o zucchero, coperte di nutella ci faranno tornare indietro a quando le pizze venivano fatte in casa dalle nonne.
• Durante la giornata (alle 12 e alle 15) vi sarà la spettacolare esibizione degli “Storici Sbandieratori delle contrade di Cori”, accompagnati da figuranti che indosseranno abiti storici (a cura della giovane stilista Silvia Nobili) fino al Castello Savelli.
Nel corso del pomeriggio
• Si alterneranno sul palco dello splendido giardino pensile del Castello Savelli due gruppi musicali: il primo “Majuri Acoustic Trio” (Trio Acustico di pop italiano ed internazionale), con Loredana Maiuri Voce, Luca Casagrande Chitarra e Simone Talone Percussioni; il secondo “Sarah Jane Olog & Egidio Marchitelli”, con Sarah Jane ed Egidio Marchitelli.
Collaborazioni:
• Consorzio DOP Sabina: Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione dell’Olio a Denominazione di Origine Protetta della Sabina riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali con D.M. del 23 ottobre 2009 n. 16106. www.sabinadop.it

L’ingresso è libero. Con un’offerta di 8 Euro all’Associazione Idee e Valori, organizzatrice dell’evento, viene regalata una sacchetta e un calice Bormioli per iniziare la degustazione dei vini presenti.

martedì 24 maggio 2016

Gli "ITINERARI BUONI, PULITI E GIUSTI"
Vi stavano mancando eh? 
Ma... eccoci per un'altra iniziativa di Slow Food Sabina in programma SABATO 11 GIUGNO a Montopoli in Sabina in collaborazione con la Taverna dei Corsari e il microbirrificio Birra Alta Quota.
Tranquilli, non staremo tutto il tempo con "le gambe sotto il tavolo" ...non è il nostro stile. Infatti durante la giornata ci saranno altri appuntamenti, seguirà un post con il programma dettagliato.
Intanto, come si dice: "se volete magnà e degustà dovete prenotà"
Vi aspettiamo!

sabato 23 aprile 2016

GLI ITINERARI BUONI, PULITI E GIUSTI! NUOVO APPUNTAMENTO PER SABATO 7 MAGGIO
Sabato 7 maggio una giornata con SLOW FOOD SABINA alla scoperta del territorio circostante l’Abbazia di Farfa, una suggestiva passeggiata fino al ponte Romano e il vecchio mulino sul fiume Farfa, Monumento Naturale protetto dalla Regione Lazio; visiteremo il Museo dell’Olio nell’antico borgo di Castelnuovo di Farfa e la millenaria Abbazia benedettina resa prospera nei secoli dalla produzione del famoso olio extravergine Dop Sabina, un prodotto di tale valore da meritare il nome di “oro della Sabina”
Appuntamento alle ore 10:30 presso l’Agriturismo SANT’ILARIO sul FARFA località Monte Santa Maria di Poggio Nativo (Rieti)
Ore 11: breve spostamento in auto ed inizio del percorso a piedi lungo un sentiero in un bosco rigoglioso dove è facile imbattersi in tane di istrici, diretti all’antico ponte medioevale noto come “Ponte Romano", sul torrente Farfa; visita al mulino appartenuto alla nobile famiglia Naro, del quale sono ancora visibili le mura e le macine in pietra, breve illustrazione del funzionamento e del suo utilizzo fino ad inizio Novecento.
Rientro per il pranzo alle ore 13:00 presso l’Agriturismo SANT’ILARIO sul FARFA, dove Susanna Serafini ci farà degustare il seguente menù a base di prodotti locali, in buona parte provenienti dalla sua azienda agrituristica biologica ed altre aziende sabine.
MENU
Antipasto di bruschetta con olio extravergine biologico, tagliere di formaggi delle aziende Ecofattorie Sabine e Nonno Amarando, miele dell’azienda Spiccalunto, affettati propri e dell’azienda Gherardi.
Spaghettoni di grano duro qualità Cappelli dell’azienda Facioni all’amatriciana, con pomodoro, guanciale, pecorino, peperoncino
Pasta al pomodoro per i bambini
Spiedini di carne mista al vino bianco e patate di Leonessa al forno
Crostate con marmellata biologica di nostra produzione
ciambelline all’anice e al vino e frutta
Acqua minerale, vino e caffè.
Ore 16:30: visita guidata al Museo dell'olio della Sabina a CASTELNUOVO di FARFA il più importante d'Europa: durante il percorso guidato saremo affascinati dalla sezione dedicata al mito dell'olio, celebrato dalle sculture dei maestri contemporanei Alik Cavaliere, Gianandrea Gazzola, Maria Lai e Hidetoshi Nagasawa. La visita prosegue con la documentazione sulla botanica dell'ulivo sabino e la tradizione dell'olivicoltura, poi con la sala della memoria dove il mondo dell'olio è raccontato dalle voci e dalle immagini dei contadini di Castelnuovo di Farfa; in alternativa visita all’Abbazia ed al borgo antico di Farfa.
Agli eventi, destinati a gruppi di 50 persone al massimo, è necessario prenotarsi scrivendo a andreacortese@hotmail.com slowines491@gmail.com o telefonando al 331 2099444: sono previste attività al mattino, un pranzo in un ristorante o agriturismo e attività nel pomeriggio con libertà di seguire anche un programma parziale, arrivando ad ora di pranzo o andando via nel primo pomeriggio.
L’agriturismo è a 60 km da Roma: bisogna percorrere via Salaria verso Rieti fino al km. 53, località Osteria Nuova (si può anche prendere dal GRA l’autostrada A1 per Firenze, uscire al casello Fiano Romano e proseguire per la via Salaria/Rieti fino ad Osteria Nuova): girare a destra e proseguire lungo la via Mirtense per Poggio Nativo e Castelnuovo di Farfa per circa 7 km; dopo la frazione Monte Santa Maria di Poggio Nativo, girare a sinistra dove vedrete il cartello che indica l’agriturismo.
https://www.facebook.com/SlowFoodSabina/posts/1005976536144942